Nuove produzioni

I VINI

 

AGRICOLTURA QUANTISTICA

 

L’agricoltura quantistica o informazionale è un’innovativa modalità di trattamento delle colture agricole, derivata dalla medicina quantistica. Essa si avvale di sofisticati software che utilizzano  le più moderne analisi matematiche frattali assieme al lavoro di generatori elettronici “olografici”.

 

Un modello esplicativo

 

Per spiegare meglio come funzionano dobbiamo introdurre un modello esplicativo, il modello C.I.E.M. – divulgato dall’Ing. Andrea Gadducci, esperto in metodiche Quanto-Biofisiche.

Nel modello C.I.E.M. materia, energia e informazione coesistono ognuna con le proprie leggi, e sopra di esse aleggia la Coscienza, la consapevolezza di sé.

Se il mondo della materia e dell’energia sono per noi comprensibili, il mondo dell’informazione è poco conosciuto. L’informazionale è concepito come un livello soprastante i livelli energetico, biochimico e strutturale.

 “L’informazione è, in sostanza, ciò che da forma all’energia, e quindi alla materia, in altre parole la matrice che governa l’universo, in cui è scritto che quegli atomi devono vibrare a quella frequenza. A questo livello non vi è più distinzione, tutto l’universo è interconnesso, siamo anche fuori dalle leggi dello spazio e del tempo”

Si spiega così perché simboli, parole, musica, patterns, possono curare, così come fanno sostanze biochimiche o trattamenti energetici. Il livello del trattamento informazionale, o per meglio dire del “bilanciamento” informazionale, è completamente diverso, com’è intuibile dal modello CIEM. L’Informazionale è paragonabile alla riparazione di un software danneggiato: si sostituisce un’informazione datata o guastata o mancante, si ripristinano catene di comandi bloccate, ecc. Ovviamente questa informazione impatta direttamente i meccanismi biologici, allo stesso modo in cui le cellule si scambiano segnali elettromagnetici di coordinazione. La capacità dell’operatore sta nell’individuare e somministrare l’informazione risanante.

Secondo questo nuovo paradigma la Vita non è risultato solo di infinite catene lineari di causa-effetto, ma potrebbe svolgersi secondo l’ordinamento di campi di forma, di sistemi di coerenza, che evidenziano relazioni ben più complesse di quelle lineari. Non a caso si usa anche il termine Campi Morfogenetici come sinonimo di Informazionale. Il simbolo nella Medicina Informazionale funziona perché è uno schema ordinante, che genera coerenza.

 

Come funziona

 

Cosa usa l’Agricoltura Quantistica come agente formale? Prima di rispondere dobbiamo introdurre la Teoria del Global Scaling, secondo la quale i rapporti di scala dimensionali fra gli oggetti in Natura, dalla scala dell’atomo fino all’Universo, sono rapporti non lineari, logaritmici in prima approssimazione, frattali ed iperbolici in seconda approssimazione. La somiglianza fra frattali di vari oggetti indagati, diventa il criterio di somiglianza formale attraverso il quale individuare il giusto trattamento.

Cosa fanno in sostanza i software quantistici, in questo caso l’Inergetix-Core System™? Trasformano in frattali le richieste di diagnosi di esseri viventi, di luoghi, di organizzazioni, ecc., e confrontano statisticamente la “risonanza” (somiglianza statisticamente significativa secondo valori di soglia) fra questi frattali e i migliaia di frattali presenti nel data-base del software, riguardanti rimedi di ogni genere, sistemi simbolici archetipici, descrizioni di parti dell’essere umano, sindromi psicologiche, ecc.

Esistono molti tipi di risonanza fra due fenomeni, la più comune è quella di causa-effetto, ma esiste anche la similarità di sintomi, di elementi comuni, di funzione, di organo, di ambiente, di significato, ecc.

Com’è possibile la generazione di frattali con il software? Avviene attraverso il “dialogo” fra l’operatore che visualizza mentalmente l’oggetto di diagnosi e un generatore “olografico” o generatore di rumore bianco, che registra l’ “atmosfera” creata dall’operatore focalizzato nell’analisi. L’interfaccia elettronica olografica permette la trasformazione di una idea focalizzata dall’operatore in un modello frattale.

Un generatore di rumore bianco è un congegno elettronico, che genera eventi casuali (REG, Random Events Generator, o RNG, Random Number Generator), usualmente numerazioni binarie casuali, ossia serie casuali di zero e uno. Secondo i ricercatori del progetto PEAR della Princeton University tali strumenti hanno dimostrato essere sensibili ad influenze della coscienza umana.

“Le immense banche dati raccolte, composte di molti milioni di prove, contengono parecchi indicatori evidenti di sottili modelli informazionali integrati all’interno del rumore di fondo apparentemente casuale.” (…) dando forti indicazioni di modelli operatore-dipendenti sufficientemente coerenti su tutti i vari dispositivi da poter essere considerati come ’firme’ dell’operatore” E’ possibile leggere nel rumore bianco di un computer una firma rappresentativa di ogni persona che ne fa uso, ogni immagine sintomatica e ogni rimedio”.

 

Come avviene un invio informazionale

 

Abbiamo visto che in ingresso, dalla mente di un operatore si arriva attraverso un generatore olografico ad un software che produce dei frattali. Viceversa in uscita, possiamo ipotizzare che l’interfaccia frattali/generatore olografico sia percorribile anche in senso contrario, come anche quella generatore olografico/pensiero focalizzato. Ecco spiegato come il software quantistico può lavorare direttamente con un invio informazionale, senza doversi avvalere di veicoli energetici frequenziali (luce, suono, ecc.). E lo può fare a distanza, senza che sia necessaria la presenza fisica dell’oggetto trattato, ed infine istantaneamente. Tutto ciò nel rispetto delle regole di non-località e istantaneità della fisica quantistica (la cosiddetta non separabilità quantistica). Da cui il nome di agricoltura quantistica.

 

Il principio analogico del mondo

 

Descrivere il funzionamento di questi software quantistici non esaurisce la voglia di comprendere come ciò possa avvenire e quale ruolo possono avere nel nostro futuro.

Non sfugge ad una lettura più approfondita che queste tecniche rimettano in discussione una sorta di  lettura analogica del mondo, nella quale la somiglianza di forma collega i vari livelli della Vita. Il motivo dell’interscambio tra i livelli è che ogni piano dell’esistenza funziona secondo le medesime leggi formali (o “spirituali”) e vi è quindi corrispondenza. E’ la teoria del Global Scaling una moderna versione della corrispondenza fra Macrocosmo e Microcosmo, del principio ermetico “Come in alto, così in basso”?

Stiamo assistendo ad una rinascita del pensiero della somiglianza?

 

Applicazioni in vigneto

 

Il modello CIEM trova nel concetto di Organismo agricolo di Steineriana memoria il suo corrispettivo teorizzato nella biodinamica, con l’agricoltore nel ruolo della coscienza evolutiva del sistema.

Il percorso di agricoltura quantistica ricalca intuizioni e modalità operative già intraprese nella pratica della biodinamica seppure con strumenti e problematiche che non esistevano ai primi del novecento.

I risultati più interessanti dei trattamenti informazionali in vigneto e nelle vasche di fermentazione riguardano

finora soprattutto il miglioramento dell’aspetto qualitativo delle uve e dei vini ottenuti, che si presentano più

ricchi, complessi ed espressivi dei vini non trattati/testimone. Il trattamento può riguardare sia la fase di

produzione di uve, che le successive di fermentazione e affinamento.

 

Sitografia

 

https://www.biot.it/aree-tematiche/medicina-quantistica.html

http://www.cds-inergetix-core.com/html/resonanz.html

http://www.posturologo-online.it/metodi-e-strumenti/biorisonanza